730 Precompilato: proroga al 9 febbraio. E la Privacy?


730 precompilato e Privacy: ecco come comportarsi.

Questo articolo vuole condividere alcuni degli adempimenti privacy a seguito dell’obbligo di comunicazione dei dati per il 730 precompilato.

L’Agenzia dell’Entrate ha rinviato al 09.02.2016 la scadenza (prevista al 31.01.2016) per l’invio delle fatture emesse per prestazioni sanitarie per il 730 precompilato al MEF tramite Piattaforma del Sistema TS (leggi comunicato stampa).

Va ricordato che il trasferimento dei suddetti dati è obbligatorio, ma a meno di esplicito diniego dell’interessato che può opporsi alla trasmissione dei dati.

730 Precompilato

Infatti, il Garante della privacy si è espresso molto chiaramente sul rispetto dei diritti degli interessati attraverso il comunicato del 3 agosto 2015.

In pratica, la privacy va rispettata (ovviamente) anche in questo caso. Quindi, cosa deve fare la Struttura Sanitaria per essere in regola?

  • Per prima cosa deve adeguare la sua informativa circa il nuovo obbligo rendendo evidente la possibilità di opposizione (e relative modalità) da parte dell’Interessato e le relative conseguenze di natura fiscale ed assenza di conseguenze dal lato dell’assistenza sanitaria richiesta. Senza questo passaggio viene meno l’obbligo di rendere edotto l’Assistito sulla possibilità di un suo diritto.
  • In secondo luogo bisogna apporre su tutte le copie dei documenti fiscali, per cui è stata espressa l’opposizione alla comunicazione da parte dell’Assistito, l’annotazione dell’opposizione in modo da rendere tracciabile la volontà espressa.

E’ da notare che il diritto di opposizione non può essere esercitato per il 2015 all’atto della emissione della fattura poiché le fatture sono già state emesse. Tuttavia, l’Assistito può comunque esercitare il diritto direttamente effettuando l’accesso alla piattaforma del 730 precompilato.

Per quanto riguarda l’invio dei dati all’AdE e le relative modalità si rinvia alla documentazione riportata nell’allegato A  del Decreto 31 luglio 2015.

Invece, sul fronte delle scadenze, l’intero anno del 2015 deve essere inviato entro il 09/02/2016 a pena di considerevoli sanzioni che però, per questo primo anno, sono fortemente decurtate in caso di ‘live’ infrazione se non comporta impedimento al 730 precompilato.

PS: consigliamo di non perdere la possibilità di avere gratuitamente il Manuale Operative per la Verifica Privacy nella Struttura Sanitaria: è un documento in PDF che guida chi vuole ottemperare ad una delle misure imposte dal Codice Privacy. Basta seguire questo link per chiedere il file: http://nuoviprogetti.com/go/manuale-operativo-verifica-privacy-la-sanita/.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *